Dal Garante privacy il Decalogo per la realizzazione dei servizi sanitari nazionali attraverso sistemi di IA

09 ottobre 2023

Nel mese di settembre il Garante per la protezione dei dati personali ha varato un decalogo per la realizzazione di servizi sanitari a livello nazionale attraverso sistemi di intelligenza artificiale (IA).
Il documento si fonda su tre principi cadine, elaborati alla luce della più recente giurisprudenza amministrativa: trasparenza dei processi decisionali; decisioni automatizzate supervisionate dall’uomo; non discriminazione algoritmica.
Il Garante sottolinea inoltre che il trattamento dei dati sanitari tramite processi di IA debba trovare fondamento in uno specifico quadro normativo che delinei misure adeguate volte a garantire la più ampia tutela ai diritti e alle libertà degli interessati, rilevando, inoltre, la necessità che prima dell’effettuazione del trattamento sia svolta una valutazione di impatto al fine di garantire il rispetto dei principi di cui al Regolamento UE in materia di dati personali. Come si legge nel comunicato «Un sistema centralizzato nazionale che utilizzi l’IA determina infatti un trattamento sistematico su larga scala di dati sanitari che rientra tra quelli ad “alto rischio”, per i quali la valutazione d’impatto è obbligatoria e deve essere svolta a livello centrale per consentire un esame complessivo sull’adeguatezza e omogeneità degli accorgimenti adottati».