Libera Nos Domine

Dalla ragione scientifica si sta passando alla ragione economica

Di Oriano Giovanelli

17 aprile 2020

Stiamo vivendo una tripla crisi: quella biologica di una pandemia che minaccia indistintamente le nostre vite, quella economica nata dalle misure restrittive e quella di civiltà, con il brusco passaggio da una civiltà della mobilità all’obbligo dell'immobilità. Una policrisi che dovrebbe provocare una crisi del pensiero politico e del pensiero in sé

Edgar Morin

Edgar Morin, filosofo e sociologo francese

Cosa dire? Cerco un oasi di pensiero critico libero dalla tifoserie insopportabili che anche in questa tragica occasione non si placano, anzi con intensità moltiplicata dal rapporto incestuoso fra quarantena noia e tastiera prendono vigore e sformano volti amichevoli in deformi maschere del falso.

Non è sopportabile oltre la ragion di stato e neppure la ragione di partito.

C'è una pandemia che il solo nome, PANDEMIA, riempie bocca naso e tempie, toglie il respiro e batte a martello sulla testa manco fosse il campanone di Gubbio. Tu stai con lo Stato o con le Regioni e se stai con le Regioni con che Regione stai.

Guarda che novità sto con il mio cervello piccolo o grande che sia perché quelli che lo hanno grande per ruolo non c'hanno capito niente, non è la prima volta, e siccome non lo possono dire polemizzano, decretano, ordinano, comunicano, bollettinano.

Libera nos Domine, sì meglio Francesco Guccini anche di qualche omelia. Beati quelli che in questo clima di soldatini di piombo vanno contro corrente, dicono con gentilezza non sono d'accordo, non mi avete convinto e non mi avrete dentro queste prove di regime.

Francesco Guccini - Libera Nos Domine

 

Voglio vederci chiaro. Voglio farmi una mia opinione.

Perché ogni subalternità ora è letale e lo sarà per un periodo non breve ogni obbedienza è autodistruttiva. Questa è la crisi di cui parla Edgar Morin.

Dalla ragione scientifica si sta passando alla ragione economica.

La ragione scientifica non ha brillato ma il giuramento di Ippocrate alla fine ha retto almeno a tutela di quelli che hanno meno di 70 anni e non vivono nelle case di riposo sparse lungo lo Stivale. La ragione scientifica brillerà presto si spera ma brillerà anche il conto in banca della azienda che arriverà prima al traguardo. Ci sorprenderanno dicendo che sarà un vaccino gratuito in tutto il mondo? Ci vogliamo credere? Crediamoci dai almeno a questo.

Ma la ragione economica è razionale nella sua bestialità.

Se sei un medico lo sai ciò che sta accadendo. In grande quello che accade sempre, il malato ti segue fino a quando è la paura a dettare la regola poi appena si sente meglio quel tantino che basta ad alimentare la presunzione di sopravvivenza torna a dare forza alla gestione del rischio.

Non ti sgolare a richiamarlo alla ragione scientifica, quella economica è bestiale più vicina alla natura umana. I test, le distanze, i dispositivi di protezione c'è da sperarlo ma se qualche sindacato si batterà senza tregua per frenare le riaperture finirà per essere vittima dei suoi stessi rappresentati. Primum vivere...

Del resto cosa saremmo se non coltivassimo la presunzione di sopravvivenza, neppure dei vegetali, perché succede che la gramigna spacca il cemento nella presunzione di vivere in un luogo alieno alla vegetazione.

Verità assolute e immediatamente capovolte con altrettanta assoluta certezza. Del resto basta seguire il senso del tornaconto per interpretarle ma troppo spesso non conviene interpretare, non produce tornaconto, aderire acriticamente sì.

Stai con la Cina o con Gli USA? Ci mancava solo questo a guastarti il sonno.

La scienza ha detto che il virus ha caratteristiche assolutamente incompatibili con la costruzione in laboratorio. Ma un generale con un sacco di mostrine e stellette può dire che secondo lui invece non è così. Perché lui è un generale mica pizza e fichi.

E via con gli articoli, le ricostruzioni, le indagini, alla fine troveranno anche uno scienziato che dirà che la scienza ha prodotto una fake news. Questo è prioritario, che muoiano 2000 persone al giorno, che ci siano persone estromesse dalla assistenza, che si raccolgano morti per la strada e non si sappia come dire state a casa a chi una casa non ce l'ha. Questo non pregiudica la sicurezza nazionale.

Nel frattempo in altre parti del mondo altri generali con altrettante stellette e mostrine diranno l'esatto contrario e anche lì si produrranno articoli, ricostruzioni e indagini.

E' cominciato un altro film.

Libera nos Domine.

Voglio un monastero della fede critica che produca eresie.

Gli anticorpi sono deboli e i prossimi giorni l'eresia sarà un vaccino necessario ma non lo si produce in laboratorio.