UNESCO, Artificial Intelligence Needs Assessment Survey in Africa, 2021

di Claudia Figliolia

15 novembre 2021

Basandosi sulle raccomandazioni del rapporto dell’UNESCO Steering AI and Advanced ICTs for Knowledge Societies, il presente documento mira a colmare il divario informativo concernente le priorità strategiche, le misure politiche, le capacità istituzionali e i quadri giuridici riguardanti l’IA nei Paesi africani.
Tra le principali raccomandazioni per le organizzazioni intergovernative, le organizzazioni di sviluppo e gli Stati membri figurano le seguenti:
* Il rafforzamento delle iniziative politiche per la governance dell’IA: lo sviluppo e l’uso dell’IA è una priorità in 21 dei 32 paesi africani che hanno risposto al sondaggio. Come rileva il documento, alcuni paesi hanno già avviato misure volte a guidare lo sviluppo e il ricorso all’IA attraverso il lancio di strategie, l’emanazione di leggi, l’istituzione di centri di eccellenza e lo sviluppo di linee guida etiche. Tra le principali raccomandazioni il documento propone lo sviluppo di un kit di strumenti per le politiche in materia di intelligenza artificiale, lo sviluppo di guide per l’implementazione e modelli per tradurre in pratica i principi dell’etica dell’IA, l’avvio di progetti pilota e lo sviluppo di linee guida politiche per affrontare le questioni relative all’uguaglianza di genere i pregiudizi e le discriminazioni negli algoritmi di intelligenza artificiale.
* Favorire i quadri giuridici e normativi per la governance dell’IA.
* Il miglioramento delle capacità per la governance dell’IA: a fronte delle sfide etiche derivanti dal ricorso a tecnologie IA, ventisei paesi hanno segnalato un significativo divario di capacità delle risorse umane nell’affrontare le implicazioni etiche dell’IA.
* Affrontare le sfide etiche dell’IA attraverso lo sviluppo di programmi di formazione per l’educazione all’etica dell’IA nei diversi livelli del sistema scolastico e universitario, la facilitazione dello scambio di conoscenze sulle dimensioni etiche delle tecnologie digitali tra i responsabili politici, lo sviluppo delle capacità per affrontare le implicazioni giuridiche dell’IA e difendere i diritti umani fondamentali. Si pensi, ad esempio, all’esigenza si integrare programmi di sensibilizzazione sull’IA e sui diritti umani come parte della formazione continua per i responsabili delle decisioni governative; sviluppare e avviare dialoghi sullo scambio di conoscenze per gli attori giudiziari per affrontare l’uso dell’IA in ambito giurisdizionale; aumentare la consapevolezza delle implicazioni legali e politiche dell’IA tra i parlamentari; incrementale la comprensione del pubblico dell’IA.